Time Machine

Artisti

Clan Zingaro

Nella scena musicale mondiale da oltre un secolo Il leggendario chitarrista Django Reinhardt, zingaro manouche: simbolo di libertà espressiva, che con la sua musica rappresenta il primo vero esempio di jazz europeo. L’affascinante storia di Django è quella di un zingaro del ceppo dei Manouches, che partito dalla povertà più nera arriverà a suonare con i grandi della musica americana dell’epoca.

Il Clan Zingaro reinterpreta la musica di Django ed il suo sound che richiama l’originale Quintette du Hot Club de France, un ensemble nato dal sodalizio di Reinhardt col violinista Stéphane Grappelli: soli strumenti a corda per una musica mai udita prima. Musica classica, jazz americano, grande tradizione musicale gitana, valse musette e chansons francesi. E anche il flamenco degli zingari spagnoli. Il repertorio proposto vuole rispecchiare tutta la ricchezza di questo genere eclettico, partendo dalla poesia delle composizioni di Django, passando per standard americani e brani originali, fino ad arrivare ai classici della canzone, in un viaggio ricco di influenze musicali e di atmosfere lontane tra le sfaccettature dello swing gitano. Il tutto, rigorosamente, all’italiana.

Daniele Gregolin: voce e chitarra
Michele Rusconi: chitarra
Andrea Aloisi: violino
Fabio Longo: contrabbasso

 

SPAGHETTI GIPSY

I ritmi gitani, lo swing classico della canzone italiana e le composizioni più celebri del gigante Django Reinhardt sono il piatto principale di “Spaghetti Gipsy” primo e fortunatissimo disco del quartetto che viene insaporito da brani manifesto storici Italiani (Carosone, Tagliavini) americani (Duke Hellington, Michael Jackson) e da un inedito di Gregolin dedicato a Reinhardt e alla sua passione per la pesca a mosca, non mancano virate elettriche, atmosfere da big band swing ed orchestrazioni cinematografiche “pulp”.

Spaghetti Gipsy è un manifesto contemporaneo di una Italia in bianco e nero, pomposa e ricca ma anche spiritosa e un naif, contaminata oggi da nuovi ritmi fusi dal comune denominatore jazz-swing. I ritmi zigani, francesi e le continue contaminazioni presenti non oscurano la forte italianità della musica ma al contrario ne fanno risaltare i tratti, la grandiosità ed eleganza storica di un italia riflessa in semplici canzoni. Tradizione ed un profondo senso di rispetto del passato lasciano libera strada ad una visione musicale senza confini di tempo e di genere, la tradizione incontra la modernità in un flusso di contaminazione in un viaggio vitale per la musica che si proietta senza paura nel futuro con una valigia piena di cartoline ricordi e oggetti del passato che non può e non vuole dimenticare.

Il Clan Zingaro a seguito della presentazione del disco “Spaghetti gipsy” al Blue Note Milano ha dato via ad un tour che lo ha portati a calcare i palchi di alcuni festival jazz più rilevanti della penisola Italiana.

pagina Facebook | sito web

Share Button