Time Machine

Artisti

ORADARIA

Tutti hanno bisogno di un’oradaria…

Silvio Parisi (Voce)
Maurizio Longari (Chitarra)
Edgardo Spelta (Chitarra)
Daniele Bignamini (Basso)
Vittorio Faini (Batteria)

Da un’articolo apparso su twentyzradio.com

La passione e l’amicizia non li ha fermati ma uniti più che mai. Tornano con carica esplosiva ad esibirsi sul palco il 23 ottobre a Lodi per un Live imperdibile per tutti al KM 298 dalle 22.

Gli Oradaria nascono nel Giugno del 1993 a Locate di Triulzi (MI) da un’idea di tre giovani amici alle prime armi che, stanchi della monotonia della provincia sud-milanese  ed annoiati dalla vita in un piccolo paese, decidono di imbracciare gli strumenti e dar vita a quella che a distanza di anni sarebbe diventata una rock band. Dopo qualche indecisione iniziale, ai tre si aggiunge un quarto elemento per entrare in quella che è la fase embrionale del progetto. Nel Gennaio del 1994 i quattro Locatesi esordiscono appena ventenni, o poco meno, sul palco del paese d’origine (all’epoca l’unico disponibile) che li avrebbe poi lanciati sulla scena della musica indipendente locale. Per i primi 2 anni la band calca tutti i palchi della zona utilizzando un sound molto grezzo ed un altisonante nome della mitologia nordica: Walhalla.

La fusione dei vari generi musicali ascoltati dagli elementi che compongono la band risulta alquanto difficile.Si passa dall’heavy metal, al punk, all’hard rock, al blues e si cerca una propria identità attraverso poche cover e molti brani propri che però risulteranno difficili da digerire per un pubblico abituato a cover e tribute band.

Dal 1995 la band assume il nome definitivo di Oradaria, rigorosamente tutto attaccato, come dichiarazione della poca libertà che la vita moderna lascia esprimere ed inizia una serie di concerti nella provincia di Milano arrivando a suonare nelle manifestazioni locali più importanti (Pieve Rock a Pieve Emanuele, Bustock a Busto Arsizio, Note Rosse a Lacchiarella) e nei primi locali e centri di aggregazione giovanile che nascono in quegli anni.

Ormai giunta ad una svolta, la band affronta quello che sarebbe poi stato un dilemma quasi irrisolvibile: la scelta del cantante. Fino a quel momento il compito era stato assolto dal bassista, ma alla band mancava chiaramente un pezzo fondamentale per poter proseguire con un discorso più impegnato. Nel corso degli anni, vengono provati e riprovati vari elementi sia maschili che femminili, ma l’evidente difficoltà nel reperire un cantante da inserire nella band porterà successivamente alla scelta di Interrompere la ricerca. Arriva la prima crisi, che porterà in seguito allo scioglimento della band.

Dopo 6 anni di concerti, ore in sala prove e tentativi di registrazione, gli Oradaria si sciolgono ufficialmente nel 1999, consegnando così il loro sound al XX° secolo.

I quattro elementi originali rimasti, confluiscono in varie band tra il 1999 ed il 2014. A volte alcuni di loro  tornano a suonare insieme a turno, a volte fondano altri gruppi, altre volte fanno delle reunion per i fans più affezionati tornando a sudare su quelle scene che negli anni precedenti li avevano visti protagonisti.

Dopo una lunga parentesi e vari ritorni, nel 2010 i ragazzi ormai cresciuti si ritrovano a suonare insieme per registrare un brano per la compilation “Emergenti in prima linea” edita da Sonny Music Milano. Il caso vuole che, tra una strimpellata amarcord e l’altra, vengano ascoltati dal produttore della compilation che deciderà di far loro registrare un pezzo che a tutt’oggi rimane l’unico singolo ufficiale. Il brano si intitola “Nulla” e sono 2:21 di punk con chitarre graffianti ed un testo ancora molto attuale riferito all’alienazione della vita occidentale attuale e ad un senso di oppressione sociale. Il brano viene scaricato da iTunes varie volte in tutto il mondo.

 

 

Pagina Facebook

Share Button